Investimento responsabile

Nel 2014, nel quadro dell’impegno volto a integrare i fattori della sostenibilità nella nostra attività operativa, Julius Baer ha aderito ai Principi per l’investimento responsabile (PRI)1 promossi dall’ONU ed è entrata a far parte dell’associazione Swiss Sustainable Finance Association.
In tal modo dichiariamo il nostro impegno ad attenerci ai principi PRI tenendo conto di parametri socio-ambientali e di governance (ESG) nel nostro processo decisionale e nelle nostre pratiche di gestione, e a pubblicare inoltre le nostre attività nel quadro del resoconto annuale. Nel marzo 2016 abbiamo presentato il nostro primo resoconto annuale PRI, che ripercorre le attività di investimento responsabile del 2015. Questo resoconto è aperto alla consultazione pubblica sul sito PRI dal giugno 2016.

Esclusione di produttori di materiale bellico proibito

In linea con quanto sancito dalle convenzioni internazionali, Julius Baer considera la produzione di materiale bellico proibito2 come una violazione dei principi umanitari fondamentali. La questione è stata quindi affrontata con una policy valida per tutto il Gruppo e con una blacklist dei produttori di materiale bellico proibito, alle quali si accompagnano procedure complete di sorveglianza in tutte le unità aziendali.

Condotta aziendale responsabile

Coerentemente con i valori chiave di Julius Baer, le attività quotidiane della nostra società sono disciplinate da un insieme di principi guida e standard professionali per una condotta d’affari etica. Questi sono riassunti nel documento che illustra i nostri standard professionali, il codice di condotta aziendale di Julius Baer, cui si aggiungono politiche e regolamenti interni, implementati a livello d’impresa come a quello locale.

La reputazione di integrità di cui gode Julius Baer è uno dei suoi asset più importanti, e il rigoroso rispetto di leggi e regolamenti è pertanto una premessa irrinunciabile per mantenere la credibilità e l’attendibilità dell’azienda. Per difendere e preservare questa reputazione, ai collaboratori di Julius Baer non si richiede solamente di garantire l’assoluto rispetto di leggi e regolamenti e del codice di condotta aziendale del Gruppo, ma anche di segnalare casi di condotta impropria di natura legale, normativa ed etica. Come primo punto di contatto, il nostro personale è tenuto a discutere direttamente con i propri superiori, il settore Legal & Compliance e/o Human Resources qualsiasi episodio di questo tipo. In alternativa, esistono altri canali per chi volesse segnalare problemi, osservazioni o reclami, come contattare l’Ombudsman del Gruppo o inoltrare una segnalazione anonima3 attraverso il tool di resoconto esterno del Gruppo, la Integrity Line. Un collaboratore che denuncia in buona fede una violazione o un illecito non deve temere alcuna ritorsione da parte di Julius Baer.

1www.unpri.org
2Armi nucleari e biochimiche, mine terrestri e bombe a grappolo
3Laddove consentito dalle leggi locali